Cosa Controlla La Banca Per Il Mutuo?

La banca verifica la ‘capacità di credito’ del richiedente (controllando eventuali insolvenze del passato) ed anche la ‘capacità di reddito’ (reddito sufficiente a garantire il pagamento delle rate del mutuo). Tramite un proprio perito, la banca verifica il valore del bene immobile su cui si iscriverà l’ipoteca.
La seconda delle 4 cose che il perito della banca controlla per il mutuo sono gli impianti. Elettricità, acqua potabile e gas naturale devono infatti arrivare in casa attraverso impiantistica a norma di legge e regolarmente revisionata. Eventuali difformità potrebbero addirittura mettere in discussione l’agibilità dello stabile.

Cosa controlla la banca prima di concedere un mutuo?

Per far ciò controlla quattro aspetti fondamentali:

  1. la storia finanziaria del richiedente il mutuo;
  2. compatibilità tra importo richiesto e reddito del richiedente;
  3. età del richiedente;
  4. rapporto mutuo richiesto e valore della casa.

Quando non viene concesso il mutuo?

Tra i motivi principali per cui non viene concesso un mutuo, come dicevamo, c’è la mancata capacità reddituale e patrimoniale del richiedente: un lavoro assente, precario o che non garantisce uno stipendio tale da affrontare il pagamento delle rate fino alla fine del finanziamento.

Cosa chiede il perito della banca?

Il perito per eseguire la valutazione ha bisogno di alcuni documenti da allegare: Documenti ufficiali della proprietà, la storia e la rendita catastale con cui si comprende il reale valore dell’immobile e eventuali modifiche all’appartamento e/o la presenza di eventuali ipoteche pendenti dell’immobile.

Quando la banca manda il perito che vuol dire?

Quando va il perito della banca? In caso di richiesta di mutuo ipotecario la banca si rivolge a un perito per realizzare una valutazione complessiva dell’immobile: una perizia, appunto, che utilizzerà sia per determinare se concedere o meno il prestito sia per stabilire l’importo massimo finanziabile.

See also:  Perchè Matita Per Votare?

Come si vede la fattibilità del mutuo?

La regola generale da tenere a mente quando si valuta la fattibilità della rata del mutuo prevede che il rapporto rata-reddito non debba superare il 35-40% dello stipendio netto.

Quanto tempo ci vuole per avere una risposta per il mutuo?

Quanto tempo passa dalla richiesta del mutuo alla sua erogazione? I tempi per ottenere il mutuo, a partire dalla presentazione della documentazione fino all’effettiva erogazione della somma sul tuo conto, variano di solito dai 30 ai 60 giorni.

Cosa guarda un perito per valutare una casa?

Cosa valuta il perito immobiliare? Di solito, i periti utilizzano i prezzi relativi ad un paio di vendite recenti comparabili per valutare un appartamento, apportando delle modifiche a tale cifra in base alle differenze significative riscontrate tra la proprietà in questione e quelle oggetto di comparazione.

Cosa guarda il perito per valutare la casa?

Quali sono i tempi della perizia immobiliare? Il perito nominato dalla banca è un professionista di fiducia dell’Istituto di credito. Come dicevamo, a lui è affidato il compito di ispezionare l’immobile e di stabilirne il valore, ma anche di verificare la sua conformità catastale e la regolarità urbanistica.

Quanto tempo ci mette il perito a dare la delibera?

In totale possiamo stimare dai 10 ai 15 giorni il periodo di tempo che trascorre tra l’incarico della perizia ed il rogito notarile.

A cosa serve il perito?

Persona che, per la sua competenza in una determinata materia, è chiamata a compiere un’indagine tecnica (perizia) sia per conto di privati sia, in un processo penale, per incarico del giudice, cui riferisce mediante dichiarazione giurata.

Leave a Reply

Your email address will not be published.