Chi Non Va A Votare?

L’astensionismo è il fenomeno per cui, in una votazione (ad esempio in occasione di referendum o elezioni), le persone aventi diritto di voto non esprimono il proprio voto. Se la votazione non è in capo al Corpo elettorale ma ai componenti di un collegio ristretto (es.
Chi decide di non votare, per pigrizia, per protesta o perché non ci sono rappresentanti che lo soddisfino, non perde il diritto di voto e non dovrà subire nessuna conseguenza giuridica; per questo sfatiamo il luogo comune secondo cui chi non vota non può partecipare ai concorsi o ricoprire incarichi pubblici.

Chi è escluso dal diritto di voto?

La norma costituzionale indica perciò due soli requisiti positivi per l’esercizio del diritto di voto. La cittadinanza italiana. Sono esclusi gli apolidi e gli stranieri, con la sola eccezione dei cittadini dell’Unione europea per le elezioni comunali ed europee.

Cosa succede se non si vota alle comunali?

Qualora sia stata ammessa alle elezioni una sola lista, la consultazione viene dichiarata nulla se non vi prende parte almeno la metà degli elettori oppure se il numero dei voti validi non raggiunge almeno la metà dei votanti. Nei comuni valdostani anche il vicesindaco viene eletto direttamente dai cittadini.

Quando si perdono i diritti politici?

L’infermità mentale o una condanna per reati gravi può condurre alla loro perdita. L’interdizione dai pubblici uffici è, ad esempio, una pena accessoria, perpetua o temporanea, che include la perdita del diritto all’elettorato attivo, all’elettorato passivo e l’esclusione da ogni incarico pubblico.

Quando può essere limitato il diritto di voto?

Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge.

See also:  Chi Può Votare Alle Europee?

Chi perde i diritti civili e politici?

Per la precisione, il diritto al voto si perde in seguito alla dichiarazione di: sopravvenuta incapacità civile (anche se ad oggi è quasi del tutto inoperante); indegnità morale; dopo una sentenza penale di condanna da parte del giudice ordinario (ma dipende dal tipo di reato e dalla gravità della pena).

Quando votare era obbligatorio?

361 del 30 marzo 1957, nel 1993: «art. 4: L’esercizio del voto è un obbligo al quale nessun cittadino può sottrarsi senza venir meno ad un suo preciso dovere verso il Paese 48 della Costituzione (il voto è un dovere civico), ma nella pratica è un diritto anche liberamente non esercitabile.

Quanto pagano per fare il rappresentante di lista?

Ai rappresentanti di lista non spetta invece alcuna indennità in denaro.

Come funzionano le elezioni amministrative?

Ciascun elettore puo’, con un unico voto, votare per un candidato alla carica di sindaco e per una delle liste ad esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. E’ proclamato eletto sindaco il candidato alla carica che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi.

Come si perde il diritto elettorale?

Il diritto di voto può essere sospeso temporaneamente oppure revocato in via permanente solo nel caso di condanna penale per alcuni tipi di reato (interdizione dai pubblici uffici) e negli altri casi espressamente indicati dalla legge (misure di prevenzione e di sicurezza).

Chi non ha diritti politici in Italia?

È opportuno sottolineare che mentre gran parte dei diritti civili sono attribuibili anche agli stranieri, i diritti politici sono riconosciuti esclusivamente ai cittadini italiani.

See also:  Referendum Perchè Votare Si?

Chi è escluso dall elettorato politico attivo?

esclude dal voto i civilmente incapaci e altri soggetti, destinatari di una sentenza penale irrevocabile o incorsi in cause di indegnità morale previste dalla legge. Il detenuto non condannato per tali reati e non incorso in altre cause di incapacità elettorale può dunque votare nel luogo di detenzione.

Cosa dice l’articolo 37 della Costituzione?

Art. 37. La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione.

Cosa dice l’articolo 34 della Costituzione italiana?

34. La scuola è aperta a tutti. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

Cosa dice l’articolo 49 della Costituzione?

Art. 49. Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.