Contributo Conai Chi Lo Paga?

Il contributo CONAI / CONIP deve essere applicato da tutti i produttori all’utilizzatore o a un non consorziato alla ‘prima cessione’, ossia alla prima vendita dell’imballaggio. Tra gli iscritti al Consorzio il contributo deve essere applicato dall’ultimo consorziato che immette l’imballaggio sul mercato nazionale.

Su cosa si paga il CONAI?

Il Contributo Ambientale CONAI rappresenta la forma di finanziamento attraverso la quale CONAI ripartisce tra produttori e utilizzatori il costo per gli oneri della raccolta differenziata, per il riciclaggio e per il recupero dei rifiuti di imballaggi.

Quando è dovuto il contributo CONAI?

Tutti i soggetti obbligati all’applicazione del Contributo Ambientale sono tenuti a dichiarare a CONAI i quantitativi di imballaggio ceduti/importati sul territorio nazionale. Tutte le Dichiarazioni periodiche vanno effettuate entro il 20 del mese successivo al periodo di riferimento.

Chi ha l’obbligo di iscrizione al CONAI?

L’iscrizione al CONAI è un obbligo per tutte le aziende utilizzatrici e produttrici di imballaggi, responsabili della loro gestione ambientale.

Cosa vuol dire contributo CONAI assolto ove dovuto?

Conai precisa e indica che di regola si può utilizzare la dicitura “contributo ambientale Conai assolto”, con la quale si attesta che gli imballaggi ceduti sono stati regolarmente assoggettati al contributo Conai in una fase precedente al trasferimento stesso.

Come si calcola il contributo ambientale CONAI?

Valore del contributo CONAI per tipo di materiale

Gli importi per tonnellata previsti per calcolo del contributo CONAI sono i seguenti: 18 euro/tonnellata per l’acciaio. 15 euro/tonnellata per l’alluminio. 55 euro/tonnellata e 25 euro/tonnellata per la carta.

Quanto è il contributo CONAI?

Il contributo base passerà da 55 EUR/tonnellata a 25 EUR/tonnellata a partire dal 1° luglio 2021 per tutti gli imballaggi in carta e cartone. Il risparmio previsto per gli utilizzatori di questo tipo di pack è di oltre 135 milioni di euro, su un immesso al consumo pari a 4,5 milioni di tonnellate.

See also:  Iva Al 22 Da Quando Si Applica?

Chi è esente dal contributo CONAI?

In generale, sono esclusi dall’obbligo di adesione a CONAI gli utenti finali degli imballaggi ossia quei soggetti che, pur acquistando merce imballata per l’esercizio della propria attività o per proprio consumo, non effettuano alcuna attività di commercializzazione e distribuzione della merce imballata acquistata.

Quanto si paga per il CONAI?

L’adesione a CONAI comporta il versamento di una quota costituita da un importo fisso (5,16 Euro) e da un importo variabile. La quota di adesione a CONAI si versa soltanto una volta e può essere adeguata successivamente a discrezione del Consorziato.

Come deve essere indicato il contributo ambientale CONAI nelle fatture di prima cessione degli imballaggi vuoti?

Il cedente può alternativamente evidenziare il Contributo Ambientale CONAI per referenza o utilizzare la dicitura “Contributo Ambientale CONAI assolto”…”.

Come verificare se si è iscritti al CONAI?

Per maggiori informazioni si rimanda al sito www.conai.org ed in particolare alla sezione Imprese/Chi aderisce ( http://www.conai.org/imprese/chi-aderisce/) e alle relative sotto-sezioni (“Adesione e termini generali” e “Variazioni anagrafiche”).

Chi sono i produttori di imballaggi?

Secondo l’art. 218 del T.U. Ambientale, sono produttori: “i fornitori di materiali di imballaggio, i fabbricanti, i trasformatori e gli importatori di imballaggi vuoti e di materiali di imballaggio”.

Quale materiale è stato il più riciclato in Italia nel 2020 in termini di tonnellate complessive?

Un dato presentato giorni fa dal Comieco, uno dei consorzi di ricupero che formano il Conai: nel 2020 il riciclo di carta e cartone ha superato l’87%.

Chi paga il Cac?

Il Contributo Ambientale Conai (CAC)

Le aziende aderenti al Consorzio devono versare un contributo obbligatorio, il cosiddetto CAC – Contributo Ambientale Conai, che rappresenta la forma di finanziamento alle attività di raccolta differenziata e di riciclo sostenute dalle municipalità.

Leave a Reply

Your email address will not be published.